La Germania, si sa, è la prima della classe in Europa, tanto che Angela Merkel può chiedere esplicitamente al nostro Paese di approvare la manovra economica in tempi stretti.

Ma in effetti l’economia tedesca è solida e il confronto dei titoli di stato con i bund lo testimonia.

Dopo un momento di tensione tra Germania e Russia, dovuto al ritiro di un premio che era stato assegnato dai tedeschi a Putin, adesso l’armonia sembra tornata e i rapporti tra i due paesi vanno a gonfie vele. Tanto che la Merkel e Medvedev si sono incontrati e hanno siglato un accordo duraturo per lo scambio di energia e tecnologia.

In pratica la Germania, entro il 2022 spegnerà le centrali nucleare presenti nel paese e benché possa affidarsi fin da ora alle future centrali a carbone e alle fonti rinnovabili, sa che dovrà attingere anche al “pozzo” russo.

I tedeschi, evitando di diventare di nuovo dipendenti da Mosca per l’approvvigionamento energetico, sanno comunque di dover incrementare l’import di gas e petrolio russo. In cambio la Russa ha chiesto il knowhow tecnologico tedesco, finalizzato alla modernizzazione dell’economia.

15 sono gli accordi politici ed economici di cui abbiamo riassunto il core. Da dire c’è che nel 2010, tra Germania e Russia ci sono stati degli scambi per un valore complessivo di 58,1 miliardi di euro.