Numeri da brivido quelli annunciati dalla Guardia di Finanza di Genova in merito ad un piano di controlli effettuati sul territorio ligure nello scorso weekend.

Le Fiamme Gialle liguri hanno effettuato complessivamente controlli su 275 esercizi “rilevando in 192 casi, la mancata emissione del documento, scontrino o ricevuta fiscale, certificativo dei corrispettivi incassati, con una percentuale di irregolarità del 70% circa”.

Il piano di controllo ha riguardato anche l’abusivismo commerciale esercitato in forma ambulante. Un’azione volta a tutelare gli operatori economici regolari dalla “sleale ed illecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono prodotti con marchio d’impresa contraffatto”. I controlli in questo particolare ambito hanno permesso di sequestrare, in totale, 841 prodotti con marchio d’impresa falsificato o non conformi agli standard di sicurezza stabiliti dalla normativa comunitaria e, quindi, potenzialmente pericolosi per la salute.

Inevitabile la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 7 responsabili, tutti cittadini extracomunitari. I sequestri di merce falsificata sono avvenuti nella città di Genova e nell’area del Tigullio ed hanno riguardato soprattutto capi ed accessori di abbigliamento e pelletteria.