Profitti oltre le attese per Generali Assicurazioni nei primi 3 mesi del 2012. Il trimestre si è chiuso con un utile netto pari a 567 milioni di euro dai 616 milioni dell’analogo trimestre 2011. Il consenso era fermo a 529 milioni. Il risultato operativo complessivo è sostanzialmente stabile a 1,23 miliardi dagli 1,256 del primo trimestre 2011 (-0,1%), anche in questo caso sopra le attese che erano di un calo a 1,1 miliardi.

Perissinotto conferma le stime 2012 sul risultato operativo

Al risultato ha contribuito il significativo recupero rispetto alla seconda parte del 2011 del risultato operativo vita (819 mln). A spingere il risultato operativo complessivo, sottolinea una nota del gruppo assicurativo triestino, sono stati l’ulteriore miglioramento nel danni, con un combined ratio in progresso a 95,4%, e la sostenuta crescita del segmento finanziario (+12,2%) trainata da Banca Generali, che ha quasi raddoppiato il proprio risultato operativo.

Giovanni Perissinotto, ceo del gruppo Generali, ha affermato che “i risultati del trimestre 2012 mostrano un inizio anno in decisa ripresa rispetto alla seconda parte del 2011, con un aumento della redditività in tutte le linee di business e un significativo rafforzamento della nostra solidità patrimoniale. Questa è la miglior partenza per un 2012 che resterà sfidante ma che ci vedrà crescere”. “Nei prossimi mesi – continua Perissinotto – continueremo a focalizzarci su profittabilità ed efficienza, proseguendo lo sviluppo nei mercati ad alto potenziale e massimizzando la nostra redditività nei mercati core. Tutto questo ci permette di confermare il nostro target di risultato operativo tra 3,9 e € 4,5 miliardi di euro”. Generali prevede una crescita del risultato operativo sia del segmento vita che del segmento danni.