Continua l’effetto-Draghi:  futures statunitensi positivi con il contratto sul Dow Jones segna un +0,2%, quello sul Nasdaq un +0,37%, quello sullo S&P500 un +0,36%.

Il buon andamento del mercato americano segue il rally che si è diffuso dall’Europa all’Asia dopo l’annuncio del piano salva-bond di acquisti illimitati di debito di Stato massimo a tre anni, un piano indirizzato soprattutto a Italia (che ha visto il suo spread dai titoli di Stato decennali tedeschi scendere in area 350 punti base) e Spagna, anche se quest’ultima sta ancora temporeggiando prima di comunicare l’eventuale decisione di una richiesta di attivazione del fodo di salvataggio EFSF, precondizione per beneficiare dell’Outright Monetary Transaction.

Sul fronte macro da Oltreoceano, alle 14.30 si attendono i dati sull’occupazione non agricola in agosto, sui salari contrattuali nel mese di agosto e sul tasso di disoccupazione, atteso fermo all’8,3%. I dati sono fondamentali per fornire dei segnali sulle prossime strategie che verranno adottate da parte della banca centrale statunitense. “Un dato molto debole potrebbe, infatti, convincere il governatore della Fed, Ben Bernanke, a lanciare un nuovo piano di quantitative easing per rilanciare la ripresa dell’economia Usa e neutralizzare gli effetti negativi del fiscal cliff di fine anno” commenta Filippo Diodovich, market strategist of IG Markets Italy. La disoccupazione è attesa stabile all’8,3%, mentre per le non farm payrolls il mercato pronostica un aumento di 163mila unità.

Dal punto di vista societario, Amazon ha svelato ieri sera il suo nuovo tablet, lanciando così un nuovo guanto di sfida all’iPad della Apple. Il gruppo guidato da Jeff Bezos ha presentato il nuovo Kindle Fire HD che uscirà in tre differenti versioni. I tre modelli costeranno rispettivamente: 199 dollari per il 7 pollici, 299 dollari per l’8,9 pollici, e infine la versione 4G arriverà a costare circa 500 dollari. Gli ordini dei Kindle Fire HD sono già iniziati ieri.

Attenzione al solito anche su Apple, che secondo indiscrezioni delle agenzie internazionali dopo la battaglia legale contro Samsung ore stringe i cordoni della borsa tagliando gli acquisti di chip prodotti dalla società coreana e destinati alla costruzione degli iPhone, in una strategia di diversificazione delle proprie linee di fornitura.