Future americani poco sopra la parità nella giornata odierna che sarà mossa dalle trimestrali di Wells Fargo e Jp Morgan in uscita prima dell’apertura dei mercati. A circa due ore dall’apertura il derivato sul Dow Jones segna un +0,15%, pari il contratto sul Nasdaq, +0,21% per il contratto sullo S&P500.
JPMorgan ha rivelato risultati oltre le stime. La banca statunitense ha annunciato di aver chiuso il terzo trimestre con un utile record di 5,7 miliardi di dollari, contro i 4,3 miliardi del Q3 2011. Record anche per il risultato per azione, salito da 1,02 a 1,4 dollari. Il dato è decisamente maggiore rispetto alle attese, ferme a 1,21 dollari. Meglio del previsto anche il fatturato, cresciuto del 6% a 25,9 miliardi di dollari. Il mercato aveva stimato un fatturato di 24,5 miliardi. Il titolo nel pre-mercato di Wall Street segna un rialzo di oltre un punto percentuale.
In uscita anche i risultati di Wells Fargo.
Tra i dati macro in arrivo l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’università del Michigan, che sarà rilasciato intorno alle 16 italiane.
Tra le altre storie, il titolo Amd è crollato del 9% nell’afterhours. Il gruppo tecnologico statunitense ha annunciato i dati preliminari relativi alle vendite del terzo trimestre e prevede un giro d’affari in calo del 10% rispetto al trimestre precedente, una flessione maggiore rispetto al -1% pronosticato dalla società precedentemente. Le nuove stime indicano ricavi pari a circa 1,27 miliardi rispetto ai 1,38 miliardi del consensus. Una revisione al ribasso su cui impatta “una domanda più debole del previsto su tutte le linee di prodotto a causa del difficile scenario macroeconomico”.
Spicca invece il +14,29% messo a segno da Sprint Nextel che ha confermato l’interessamento della giapponese Softbank. Softbank dovrebbe acquistare una partecipazione di maggioranza mettendo sul piatto mille miliardi di yen, pari a circa 12,8 miliardi di dollari.