(Finanza.com) Le stime contenute nella finanziaria 2013 da quasi 37 mld di euro approvata oggi dal governo francese, che prevede aumenti di tasse per 20 mld e 10 mld di risparmi sulle spese statali, confermano l’obiettivo di riduzione del rapporto deficit/Pil al 3% il prossimo anno dal 4,5% atteso per quest’anno. Il governo prevede che il sentiero di riduzione del deficit dovrebbe proseguire negli anni successivi: 2,2% nel 2014, 1,3% nel 2015 e 0,6% nel 2016.