Il Governo ha deciso di lavorare ancora per una settimana prima di aprire un tavolo di confronto con i sindacati. Questo si apprende dalle parole della Fornero che si dice pronta a riformare il mercato del lavoro.

Dopo aver preso di petto la riforma delle pensioni, anche tra mille polemiche da parte di contribuenti e pensionandi, adesso il ministro Fornero vuole aggredire il mercato del lavoro, nel senso che vuole partire con una riforma del settore che prevede comunque un ruolo attivo dei sindacati.

Oltre al mercato del lavoro deve essere riformato il sistema che determina le risorse da destinare ai nuovi ammortizzatori sociali. Per questo il ministro Fornero è in attesa dei dati dei tecnici dell’Inps. I funzionari dell’istituto di previdenza stanno stimando i fabbisogni degli italiani.

Si deve infatti tener conto del fatto la platea dei beneficiari potenziali delle misure di assistenza dovrebbe allargarsi fino a comprendere 12 milioni di persone. Il Ministro del lavoro collabora anche con il Ministero dell’Economia che sta cercando di capire quali forme alternative di sostegno ci sono, civsto che dal 2017 saranno previste soltanto una cassa integrzione e un’indennità di disoccupazione.

La Fornero convocherà anche un tavolo con i sindacati a partire dalla settimana prossima, per fare in modo che possa essere presente anche Susanna Camusso, la leader CGIL infatti sarà in settimana negli Stati Uniti per un’iniziativa all’ONU.