La Banca centrale europea ha spazio di manovra per un ulteriore taglio dei tassi di interesse. E’ il parere del direttore del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, così come riportato in un’intervista al quotidiano svedese Svenska Dagbladet.

Intanto l’Australia taglia ancora i tassi

Secondo Lagarde, la politica monetaria della Bce, in particolare i due prestiti LTRO, sono stati efficaci per evitare un credit crunch e riportare la fiducia sui mercati, ma il peggioramento della situazione, a parere del direttore del FMI, negli ultimi mesi potrebbe rendere probabile domani (quando si riunirà il comitato di politica economica dell’Eurotower) l’annuncio di un taglio dei tassi.

Quanto alla possibilità di un aiuto alla Spagna da parte del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde ha decisamente smentito l’esistenza di trattative in corso. “La Spagna ha fatto molto”, avrebbe dichiarato Lagarde al quotidiano svedese, “Ha mostrato coraggio politico e portato avanti una serie di riforme di austerity”. 

Intanto questa notte la Reserve Bank of Australia ha tagliato il tasso di rifinanziamento principale del sistema interbancario portandolo da 3.75% a 3.5% (che porta il taglio nell’ultimo mese a un totale di 75 punti base) evidentemente preoccupata del possibile deterioramento delle condizioni economiche nell’unico tra i maggiori Paesi al mondo a non essere mai entrato in recessione. Tra le banche centrali, oggi si riunirà anche la Bank of Canada.