Si conferma il buon momento dell’industria del risparmio gestito italiano che, nonostante la battuta d’arresto registrata a ottobre, in quattro mesi ha raccolto oltre 1,26 miliardi di euro. Lo confermano i dati della consueta Mappa del risparmio gestito, diffusa oggi da Assogestioni.

A novembre la raccolta è tornata positiva con sottoscrizioni per quasi 1 miliardo di euro dopo il deflusso di 1,87 miliardi di ottobre. Il patrimonio del settore ha sfiorato gli 1,2 mila miliardi, stabilendo un nuovo record assoluto  per l’industria italiana del risparmio che sorpassa così il record precedente del 2007 pari a 1.196 miliardi.

Tra le categorie di prodotto, continuano a raccogliere il favore dei risparmiatori i fondi obbligazionari che hanno messo a segno una raccolta di 2,7 miliardi di euro, oltre 21 dall’inizio dell’anno. In crescita le sottoscrizioni anche per i fondi flessibili per i quali i flussi registrati si sono attestati a 623 milioni di euro.