Il ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione e il ministro per la Coesione territoriale hanno presentato stamattina il piano per il rilancio del Mezzogiorno che punta su due elementi: i giovani e le associazioni non profit. 

In questo periodo di crisi economica l’Italia ha bisogno di credere in una ripresa duratura e se c’è bisogno di speranza, ecco che arrivano in soccorso anche Andrea Ricciardi e Fabrizio Barca, ministri della Cooperazione internazionale e della Coesione territoriale.

Sono stati aperti infatti due bandi con un bel po’ di fondi, ben 37,4 milioni di euro, che arrivano direttamente dal Piano di Azione e coesione. Questi due bandi vogliono destinare il 60 per cento della domma indicata ai “giovani per il sociale” e il 40% ai “giovani per la valorizzazione dei beni pubblici.

In pratica l’intenzione è quella di finanziare i progetti degli under35 residenti in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che mettano in piedi associazioni di volontariato e privato sociale, ma anche cooperative ed enti senza scopo di lucro, rispettando i requisiti del bando.

Tutte le richieste non potranno superare i 200 mila euro ad iniziativa.

Il Governo, dunque, spera di attivare almeno 200 progetti che aumenteranno l’offerta di servizi sul territorio, contribuendo alla diffusione di valori importanti per lo sviluppo di un’economia florida: la diffusione della legalità, la riduzione della dispersione scolastica, la promozione dell’integrazione sociale e la valorizzazione del patrimonio locale.