Ecobonus anche per caldaie e grandi elettrodomestici.
Con due diversi emendamenti e in linea con la proroga richiesta dal governo, il Senato ieri ha esteso una parte degli sconti fiscali sulle ristrutturazioni previsti per i mobili anche agli elettrodomestici ‘bianchi’ (frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici e forni, nel testo) e l’ecobonus al 65% agli impianti a pompa di calore (caldaie e condizionatori utilizzati per il riscaldamento).
Per usufruire degli sconti, tuttavia, occorrerà fare attenzione soprattutto alle date degli acquisti dei beni, oltre che attendere la conversione definitiva del decreto.

Le misure. Per gli acquisti dei grandi elettrodomestici, che devono essere collegati a lavori di ristrutturazione, lo sconto e le modalità di pagamento sono quelle previsti per i mobili, vale a dire detrazione del 50% delle spese effettuabili da spalmare su 10 anni e pagamento tramite uno specifico bonifico che trattiene fin da subito la quota Iva dovuta.
Variabile, e strettamente legato alle spese per mobili, il tetto di spesa: per l’acquisto dei grandi elettrodomestici, infatti, sarà possibile aggiungere un’ulteriore quota di 10mila euro ai 96mila già fissati per le ristrutturazioni e detrarre le spese in comune con il possibile acquisto di mobili che i contribuenti possono fare nel 2013. Tutto ciò, tuttavia, ricordando che se per i mobili lo sconto fiscale è partito già dal 1° luglio, come stabilito dal decreto, per i grandi elettrodomestici l’entrata in vigore è vincolata alla pubblicazione della legge di conversione, che dovrà essere varata entro il 4 agosto, pena la decadenza.
Il Senato, ancora, ha allargato l’ecobonus, che consente uno sconto del 65% sugli interventi che determinano un risparmio energetico negli immobili, anche agli impianti di riscaldamento a pompa di calore. Il benefit fiscale riguarda caldaie e alcune tipologie di condizionatori e anche in questo caso sarà fruibile solo dopo la conversione del decreto legge sulle ristrutturazioni edilizie e l’efficienza energetica.

photo credit: the bbp via photopin cc