Fiducia dei consumatori ai massimi dal 2010.
L’indice economico ad aprile ha toccato quota 105,4 (dal 101,9 del mese di marzo): si tratta, ha evidenziato ieri l’Istat, del livello più alto rilevato da gennaio 2010.
In deciso miglioramento, si legge nel comunicato dell’istituto nazionale di statistica, sia i giudizi sul clima corrente (dal 97,9 di marzo al 101,6 di aprile), sia le attese su quello futuro (da 105,8 a 109,4).
Stessa dinamica per quanto riguarda la situazione economica italiana: migliorano infatti sia i giudizi sulle attuali condizioni (dal -110 di marzo al -96 di questo mese), sia sulle attese future (da 3 a 14), mentre restano stabili le attese sulla disoccupazione (44).
L’aumento del clima di fiducia, sottolinea l’Istat, riguarda l’intero territorio nazionale

In miglioramento anche i giudizi (saldo che passa dal -59 di marzo al -52 di aprile) e le attese (da -13 a -6) delle famiglie sulla situazione economica, nonostante il forte senso di insicurezza ancora percepito da gran parte di esse.
Stesso trend per le valutazioni sul bilancio familiare (saldo che passa dal -21 di marzo al -15 di questo mese), mentre restano stabili le attese sulle possibilità future a -57.
In decisa risalita anche i pareri sull’opportunità di acquistare beni durevoli (saldo che passa da -83 a -76) (foto by InfoPhoto).