Fiat potrebbe spostare la produzione di Jeep in Cina, dopo l’addio di Chrysler nel 2009. Lo ha rivelato il Ceo del Lingotto e della controllata Usa, Mike Manley. Stando a quanto riportato da Bloomberg, il manager ha dichiarato che la casa torinese è in trattative molto dettagliate con il partner cinese Guangzhou Automobile Group per riprendere a costruire le vetture a marchio Jeep nell’ex Celeste Impero.

Le opportunità di volumi per il gruppo, ha aggiunto Manley, sono molto significative nel Paese asiatico e per questo si potrebbe pensare di spostare l’intera produzione del brand, compensando in questo modo le difficoltà della casa torinese in Europa. Le vendite di Jeep in Cina nel 2012 sono più che raddoppiate a 33.463 unità.