Le violente polemiche scatenate dalle recenti parole di Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo Fiat, sull’impossibilità di fare industria in Italia, non si sono ancora calmate del tutto. Il mondo politico, dopo essersi stracciato le vesti e manifestato a chiacchiere la propria indignazione, ora cerca di fare qualcosa di più. E’ il senso dell’incontro avvenuto il 7 agosto a Palazzo Chigi fra il manager italo-canadese, il presidente della Fiat John Elkann ed il presidente del Consiglio, Enrico Letta. Secondo quanto si apprende da fonti di governo, il premier avrebbe espresso l’idea che in Italia è possibile fare industria, e il governo sta lavorando proprio per questo. Da parte della Fiat sembra sia stata manifestata la volontà di dialogare e trovare soluzioni utili.