(Finanza.com) Fiat Industrial ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto pari a 256 milioni di euro, in aumento rispetto ai 239 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Il risultato include gli oneri di ristrutturazione per 80 milioni di euro (al netto del relativo effetto fiscale). L’utile della gestione ordinaria trimestrale è cresciuto del 19,1% a 631 milioni di euro contro i 530 milioni di un anno fa. In progresso del 5,4% i ricavi del gruppo, che si sono attestati a 6,6 miliardi di euro per effetto, si legge nella nota, della continua crescita del business delle macchine per l’agricoltura. Nei primi sei mesi del 2012 l’utile netto è stato di 463 milioni di euro dai 353 milioni del primo semestre del 2011. L’indebitamento netto industriale, pari a 1.963 milioni di euro al 30 giugno 2012, è rimasto sostanzialmente in linea con il valore alla fine del primo trimestre: la buona performance operativa è stata compensata dalla distribuzione di dividendi per 240 milioni di euro e da un significativo livello di investimenti.