La nuova holding Fiat Chrysler Automobiles avrà sede legale in Olanda, sarà quotata a New York e a Milano e dovrebbe avere residenza fiscale nel Regno Unito. Una scelta, quest’ultima, che “non avrà effetti sull’imposizione fiscale cui continueranno ad essere soggette le società del Gruppo nei vari Paesi in cui svolgeranno le loro attività”, ha chiarito la società.
La nuova holding avrà un proprio logo.

Secondo quanto stabilito al Cda di ieri, gli azionisti Fiat riceveranno un’azione Fiat Chrysler Automobiles (FCA) di nuova emissione per ogni azione Fiat posseduta e le azioni ordinarie di FCA saranno quotate sia al New York Stock Exchange, sia sul Mercato Telematico Azionario di Milano.
Per favorire la formazione di gruppi di azionisti con orizzonti temporali di lungo periodo, si legge nel comunicato del Lingotto, il nuovo gruppo auto ricorrerà anche all’emissione di azioni speciali con diritto di voto.
“FCA adotterà un sistema che consentirà anche l’emissione di azioni speciali con diritto di voto – specifica la nota -. Gli azionisti Fiat che parteciperanno, anche per delega, all’Assemblea della società che sarà convocata per deliberare sulla proposta e rimarranno azionisti della società sino al completamento dell’operazione, indipendentemente dal voto espresso in assemblea, avranno il diritto di ricevere, oltre alle azioni ordinarie FCA di nuova emissione, un pari numero di azioni speciali con diritto di voto che saranno regolate con specifici termini e condizioni”.
“Gli azionisti di FCA che avranno detenuto le loro azioni ordinarie per tre anni avranno diritto di accedere a questo sistema di voto basato sulla fedeltà” e di “detenere le azioni speciali con diritto di voto sino a quando non trasferiranno le loro azioni ordinarie”.

photo credit: Chrysler Group via photopin