Fender Musical Instruments, la storica casa produttrice di chitarre elettriche e amplificatori fondata da Leo Fender nel 1946, approda a Wall Street. A marzo era stata presentata la documentazione alla Sec, la Consob americana, e ora è stato fissato il prezzo dell’Ipo (Initial public offering) tra i 13 e i 15 dollari, con l’obiettivo di raccogliere di 160,7 milioni di dollari e di acquistare un valore di mercato che potrebbe sfiorare i 400 milioni di dollari. La società si quoterà al Nasdaq con la sigla Fndr.

Nell’ultimo anno fiscale gli utili riportati dal produttore della famosa Stratocaster sono stati di 3,2 milioni di dollari, contro la perdita di 17,3 milioni registrata l’anno precedente. Gli attuali azionisti sono collegati a Weston Presidio, Yamano Music, Kanda Shokai, e la Bill and Mary Jane Schulz Family Trust. Dopo il collocamento, il flottante di Fender dovrebbe aggirarsi attorno a 26,4 milioni di azioni,  con Weston che passerà dal 43% attuale al 17,7% della società.

Non è ancora stata fissata una data per lo sbarco a Wall Street e non è al momento previsto il pagamento di dividendi.