L’Istat ha diffuso l’ultima statistica riguardo il fatturato e gli ordinativi dell’industria. I dati sono riferiti al mese di dicembre. In linea tendenziale si può parlare di un aumento dei termini del fatturato sia sul mercato interno che su quello estero. L’Istituto nazionale di statistica ha pubblicato i dati sul fatturato e gli ordinativi dell’industria relativi al mese di dicembre.

Il fatturato dell’industria, nell’ultimo mese dell’anno scorso, al netto della stagionalità è aumentato del 3,4 per cento rispetto al mese precedente, ma se si considera come arco di tempo delle rilevazioni l’ultimo trimestre (ottobre-dicembre), allora l’indice è diminuito dell’1,2% rispetto al trimestre luglio-settembre.

Le statistiche hanno tenuto conto del fatto che a dicembre i giorni di lavoro sono stati 20 mentre nello stesso mese dell’anno precedente erano stati ben 22. Assodato ciò, si può dire che il fatturato totale sia cresciuto del 5,6% in termini tendenziali.

L’incremento tendenziale più consistente in termini di fatturato, è stato registrato nel settore della fabbricazione del coke e della lavorazione dei prodotti petroliferi raffinati (+16,4%). Mentre la diminuzione più forte si è registrata nel settore della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione ed orologi, dove il calo è stato pari al 10,6%.

Un altro dato interessante riguarda gli ordinativi totali, cresciuti congiunturalmente del 5,5%.