General Motor dice no a Marchionne su Opel. Il colosso Usa che controlla la casa automobilistica tedesca ha dichiarato che Opel non è in vendita e che l’alleanza con i francesi di Psa procede come previsto. Lo hanno riportato le maggiori agenzie di stampa che citano una breve nota inviata via e-mail dal vicepresidente di GM, Steve Girsky. Quest’ultimo ha aggiunto che “Opel è completamente integrata nel gruppo a livello globale”.

La risposta da parte di GM è giunto in scia alle indiscrezioni riportate questa mattina da Il Sole 24 Ore, secondo cui l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, avrebbe intenzione di puntare, per la seconda volta dopo il 2009, sulla società automobilistica rilevandola a costo zero facendo leva sulle perdite generate in Europa: nei primi sei mesi la società ha infatti perso, a livello operativo, quasi 500 milioni di euro. l’operazione sarebbe subordinata allo scioglimento dell’alleanza tra la controllante General Motor con Psa Peugeot e l’abbandono da parte di quest’ultima di qualsiasi tentativo di risanare Opel.