Quanto vale Facebook in Italia? Lo studio di Deloitte “Misurare l’impatto economico di Facebook in Europa” ha evidenziato come, in termini di posti di lavoro, al social network di Mark Zuckerberg si debba l’impiego di oltre 34 mila persone in Italia, per un fatturato che tocca i 2,5 miliardi di euro.

Nello specifico, 1,6 miliardi (e 21.500 posti di lavoro) sono legati alle cosiddette partecipazioni di business (promozione brand e generazione di nuovi affari per le aziende). In tutta Europa il volume d’affari raggiunge invece i 15 miliardi di euro per 230 mila posti di lavoro. In che cosa consiste l’indotto generato da Facebook? Il social network che ha cambiato il modo di ragionare delle aziende ha creato l’esigenza di nuove professionalità, quali gli esperti di marketing in social network, gli online advertiser, i community manager e i web data base analyst. Persone, cioè, in grado di usare la comunicazione su Internet per attrarre nuovi consumatori on line, per incrementare i profitti, migliorare l’immagine aziendale, selezionare talenti, sviluppare nuovi prodotti.

Facebook ha inoltre aumentato le vendite di tecnologia attraverso una crescente domanda di dispositivi e connessioni a banda larga, per un valore pari a 778,6 milioni di euro e 10.100 posti di lavoro solo in Italia e 85.300 in tutta Europa.

Non solo, quindi, foto e pensieri condivisi tra amici: Facebook come social media si sta rivelando un canale particolarmente prezioso per le piccole e medie imprese, che costituiscono la spina dorsale soprattutto per l’economia del nostro Paese.