Facebook ha definito una volta per tutte il range dell’Ipo ovvero l’intervallo di euro in cui sarà compreso il prezzo delle azioni. Si va dai 28 ai 35 dollari ma è molto meno di quello che ci aspettava da questo colosso della socialità. 

L’Ipo di Facebook si avvicina e c’è grande fermento intorno alla risposta che il mercato darà a questa operazione. Il fatto è che stando alle attese, Zuckerberg dovrebbe infrangere il muro eretto da Google.

La società di Mountain View, quando è entrata a Wall Street, nel 2004, ha ottenuto soltanto con l’offerta pubblica, qualcosa come 1,9 miliardi di euro. Per Facebook si arriverà anche a 13,6 miliardi di dollari. Il prezzo delle singole azioni sarà compreso tra 28 e 35 dollari.

Poi si deve tenere presente che la valutazione della società sarà tra i 77 e i 96 miliardi di dollari. E’ questo il dato che ha lasciato perplessi gli investitori che pensavano a valutazioni superiori al centinaio di miliardi.

Secondo quanto esposto nel documento che Facebook ha presentato alla Securities and Exchange Commission, che poi sarebbe la Consob americana, l’intenzione è quella di vendere 337,4 milioni di titoli. Sicuramente la metà di questi saranno offerti da fondatori, investitori di un certo calibro, dipendenti e via dicendo e l’altra metà da Digital Sky Technologies.