Il mercato pubblicitario si sta evolvendo e a testimonianza di un cambiamento che privilegia il web rispetto alla carta stampata, ci sono le statistiche presentate in occasione dello IAB Forum.La pubblicità sulla carta stampata raccoglie sempre meno profitti e così capita che su quotidiani e periodici gli inserzionisti diminuiscono per migrare verso internet. In pratica il web sta minacciando la carta stampata e la stessa televisione, per dirla con un’esagerazione.

In tv gira ancora la metà degli spot per un valore di circa 9 miliardi. Un miliardo, invece, è il valore degli spot su internet. In questa fetta di mercato, già l’anno prossimo, la pubblicità potrebbe aumentare del 10 o anche del 15 per cento e il web diventerebbe il secondo calane per la raccolta di spot.

Per quanto riguarda il mercato dell’advertising online, già nel 2011, la chiusura del bilancio porterà con sé una notizia positiva: una crescita del 15 per cento rispetto all’anno precedente. Banner e filmati, isolati dal resto, sono cresciuti del 16 per cento.

Un aumento significativo, del  18%, si è registrato tra i motori di ricerca. Dall’altra parte c’è il mercato totale della pubblicità che chiuderà i battenti con una flessione di tre punti percentuali.