Mancano pochi giorni alle Elezioni Europee – si voterà il 25 maggio – ed è venuto il momento di fare due conti in tasca al Parlamento europeo. Questa istituzione costa ogni anno 1,79 miliardi di euro.  Se si divide questa cifra per il numero di eurodeputati751 – presenti nell’emiciclo europeo, si può rilevare che ciascuno degli eletti costa alla Ue 2,4 milioni – che corrispomde ad un costo procapite di circa 3,58 euro l’anno . Solo per fare un paragone, il parlamento nostrano costa 27,15 euro l’anno per ogni abitante delle nostre lande.

I costi notevoli di questa istituzione sono dovuti anche alla doppia sede principale – Bruxelles e Strasburgo. Tra le due città ci sono più di 400 chilometri di distanza, e vista l’attenzione sui costi della politica europea prima poi si dovrebbe arrivare ad una spending review europea che potrebbe tagliare brutalmente quello che è ormai diventato un nonsense.

Per capirlo basta pensare alle 5.000 persone che viaggiano tra le due città più volte al mese per un costo stimato di 200 milioni di euro. A questo bisogna aggiungere le emissioni di CO2: 19.000 tonnellate solo per trasportare i documenti da una parte all’altra… Difficile comunque cambiare finché la Francia porra il veto sulla questione…

In Francia è stata costruita una sede ad hoc per l’Europarlamento a Strasburgo – 600 milioni. Peccato che viene impiegato solo per 44 giorni l’anno… Ovviamente la maggior voce di costo del parlamento europeo è rappresentato dagli stipendi. Il costo annuo degli eletti è di 227 milioni di euro a cui bisogna aggiungere 620 milioni per i funzionari e i dipendenti

Un’altra voce di costo particolare è rappresentata dalle attività di divulgazione: vengono spesi più di 100 milioni per pubblicare documenti, accogliere visitatori… Anche qui poi i gruppi parlamentari ricevono un fiume di soldi – 100 milioni.

photo credit: Xaf via photopin cc