All’Eurogruppo si volta pagina. Dopo otto anni di guida di Junker, ieri è stato nominato l’olandese Jeroen Dijsselbloem come nuovo presidente. Dijsselbloem, 46 anni, è ministro delle Finanze in Olanda da due mesi (e manterrà il suo incarico insieme alla nomina dell’Eurogruppo).

“L’Eurogruppo ha nominato oggi Jeroen Dijsselbloem come presidente per un mandato di due anni e mezzo”, ha annunciato la nota diffusa ieri al termine della riunione a Bruxelles. Sconosciuto al grande pubblico, l’olandese ha raccolto il voto favorevole di tutti i 17 Paesi membri, tranne quello della Spagna.

Prenderà il posto di Jean Claude Junker, primo presidente permanente della riunione dei ministri delle Finanze europei e in carica dal 2005 (prima di Juncker, l’Eurogruppo è stato presieduto a rotazione, mentre oggi il presidente è eletto a maggioranza dei suoi membri). Il mandato ha ora una durata di due anni e mezzo.