Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, dopo l’incontro con i sindacati sulla trattativa tra Etihad e Alitalia ha dichiarato, “A oggi il numero degli esuberi in Alitalia si è ridotto a circa 980”.

Inizialmente nell’accordo con la compagnia degli Emirati Arabi Uniti, l’ex compagnia di bandiera, e il governo Renzi, avrebbero dovuto occuparsi di ben 2.251 esuberi per avere un si nel desiderato matrimonio tra AlitaliaEtihad.

Ha spiegato il ministro: “250 assistenti di volo anziché andare in mobilità avranno il contratto di solidarietà, c’è la disponibilità di Alitalia e di Etihad”, assicura Lupi che ha aggiunto, “Per circa mille persone si sta cercando una ricollocazione. I 980 esuberi andranno in mobilità con l’80% dello stipendio per 4 anni”, si utilizzerà il contratto di ricollocamento previsto dall’ultima legge di stabilità assicura il ministro Lupi, secondo cui la soluzione trovata è “un grande successo raggiunto con lo sforzo di tutti”.