Secondo il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini: “In questi primi mesi dell’anno sono andati in pensione già 7.000 esodati all’interno del gruppo dei 65.000 salvaguardati previsti dal primo decreto”. Secondo il neoministro gli altri andranno in pensione appena matureranno i vecchi requisiti per la loro pensione.

Non solo, l’Inps sta valutando la possibilità di inserire tra i salvaguardati anche dei lavoratori ”che non avevano i requisiti” per entrare tra i tutelati dal primo decreto. Una possibilità che è scaturita dal fatto che finora sono state accettate 62.000 domande – e i posti disponibili come abbiamo detto sopra sono 65.000.

Una soluzione potrebbe essere la possibilità di accedere alle pensioni con penalizzazioni…

Intanto gli esodati liguri si trovano davanti ad una nuova tappa della loro personale via crucis: anche se hanno già in mano un provvedimento di accoglimento della Direzione Territoriali del Lavoro devono presentare un’istanza entro il 21 maggio – il modulo si può scaricare qui. Sul tema dovrebbero fare attenzione anche gli esodati di altre regioni, perché come diceva Giulio Andreotti “a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si indovina”.

photo credit: vignettando con Dario Levi via photopin cc