Dal giorno dopo l’annuncio della morte del magnate di Cupertino, molti quotidiani economici s’interrogano sull’eredità lasciata da Steve Jobs, non solo discorsi appassionati sull’innovazione tecnologica ma anche liquidità per chi ha investito in borsa.Steve Jobs è deceduto dopo diversi mesi di malattia lasciato un’eredità tecnologica e finanziaria a chi ha investito nell’idea Apple. I prodotti della Mela Morsicata, come spiega una ricerca, generano un sentimento d’amore negli utilizzatori.

Ma quel che dal punto di vista economico interessa maggiormente è il valore delle azioni Apple.

Dopo il lancio dell’iPhone 4S i titoli di Cupertino hanno perso terreno lasciando a Wall Street il 4 per cento del loro valore.

In termini generali, se si volesse fare un bilancio dei guadagni della Apple dal 2002 ad oggi, cioè dal momento in cui è stato lanciato il primo iPod, fino al giorno in cui è stato presentato l’iPhone 4S, si può notare che chi ha investito in questo progetto circa 1000 dollari all’epoca, adesso di trova con un discreto gruzzoletto, circa 378 mila dollari.

Per quanto riguarda il valore dell’azienda, in dieci anni è aumentato molto. La Apple valeva circa 5 miliardi di dollari a fine 2000 e dopo la morte di Jobs, valutata la situazione in borsa, si può dire che valga circa 350 miliardi di dollari.