Equitalia ha un nuovo sito. Come racconta la società in una nota, dovrebbe essere “più chiaro, più semplice e più utile” – e nella nuova versione “accessibile anche da tablet e con la versione per smartphone“. La novità – per vale la pena scrivere un post, altrimenti staremmo qui a scrivere di aria fritta – e che accanto alla nuova veste data al sito sono disponibili diversi servizi online in più.

Il più interessante senza dubbio è la possibilità di chiedere direttamente in rete la dilazione dei debiti fino a 50.000 euro – per le somme superiori a questo limite si devono continuare ad utilizzare i vecchi metodi, ovvero lo sportello oppure una lettera raccomandata – in questo caso sul web potrete scaricare i modelli da utilizzare, a cui bisogna aggiungere dei documenti aggiuntivi che attestino la situazione di difficoltà economica del contribuente.

Per procedere online alla rateazione è necessario compilare alcuni campi obbligatori: si tratta dei dati anagrafici e di alcuni dati relativi all’atto – come l’avviso di accertamento, l’avviso di addebito o di cartella – che grazie all’aiuto online fornito sono abbastanza semplici da trovare.

Ricordatevi poi che per la dilazione online non è richiesto, per la persona fisica o il titolare di ditta individuale, l’Isee del nucleo familiare, o alcun indice di bilancio – per le imprese.

A questo si aggiungono gli altri servizi – che erano già disponibili prima ma meno facili da utilizzare: la possibilità di saldare i debiti con la carta di credito – “paga online” , la possibilita di ottenere un “estratto conto” (ovvero di controllare la propria situazione debitoria complessiva), “sospensione online” che con pochi clic dovrebbe consentire di sospendere la riscossione e attivare la verifica su quanto richiesto dagli enti pubblici creditori, ed infine il classico “trova sportello” e i canali per chiedere l’assistenza a distanza di Equitalia.