(Finanza.com) La view di Equita sull’azionario italiano rimane positiva nonostante negli ultimi giorni siano riaffiorati i timori su un rallentamento economico in Cina e sui debiti sovrani della Periferia europea. “La Bce e la Fed hanno dato due forti scosse al mercato che, abituato allo schema ormai consolidato da due anni di rally e sell-off, è stato colto completamente di sorpresa”, scrive Equita nel suo “Monthly Report” aggiungendo che il posizionamento molto difensivo dei fondi, in particolare in Europa, “ha scatenato una gara ad inseguire gli indici”. Per quanto riguarda la prossima “earning season” le prospettive, secondo la sim milanese, non sono brillanti e “soprattutto nel Vecchio Continente c’è da attendersi revisioni al ribasso nei settori ciclici. Tuttavia l’esperienza passata dimostra che lo spread è il leading indicator da guardare nell’attuale contesto”.