L’Italia ha fatto della lotta all’evasione fiscale una bandiera. Un modo per testimoniare l’impegno della politica e del fisco nella direzione della legalità ma anche un modo per ridonare fiducia ai contribuenti. Intanto però, nella classifica delle nazioni in cui crescono le entrate tributarie, primeggia la Francia.

Se si parla di entrate tributarie in generale e si fa riferimento ai dati del primo bimestre del 2012, si scopre che il paese dove sono rientrate più tasse nelle casse dello stato, è l’Irlanda. Al secondo posto ma staccata c’è la Francia.

Cambia il vertice della classifica quando si parla invece di gettito Iva, in quel caso il paese che incassa di più è la Francia e a seguire c’è la Germania. Il quadro delle entrate tributarie internazionali, dunque, non contempla l’Italia, almeno sulla base dei dati del report pubblicato sul sito del Dipartimento delle Finanze.

Sembra un caso, ma proprio in questi giorni, nel nostro paese, si era rinfiammata la polemica tra Governo e parti sociali sulla pressione fiscale. Il report che abbiamo citato riporta un’analisi dell’andamento tendenziale del gettito tributario del settore statale.

Tornado ai dati: in Irlanda il ritmo di crescita delle entrate ha fatto registrare un +21,8%. In Francia c’è stato un aumento del 10,2%. L’Italia è lontana da questi dati con un modesto +4,0%. Saldi negativi per Spagna e Portogallo.