Scandalo nell’ente previdenziale che gestisce i contributi dei medici. Alcuni manager sono stati indagati per truffa aggravata. Nel mirino delle Fiamme Gialle sono finiti il presidente dell’ente Eolo Parodi e altri ex dirigenti come Dallocchio, Zongoli e Roseti. 

L’Enpam è l’ente previdenziale dei medici del nostro paese. In queste ore sta vivendo momenti di grande tensione a causa di una condanna per truffa aggravata su cui sta indagano la Procura di Roma.

Nel registro degli indagati sono stati scritti i nomi di Eolo Parodi che attualmente presiede l’ente, Maurizio Dallocchio, consulente finanziario dell’Enpam per circa 17 anni, Leonardo Zongoli che ne è stato direttore prima e consulente poi, Roberto Roseti, il responsabile del Servizio Gestioni finanziarie.

L’indagine aperta dalla Procura di Roma parla di perdite ascrivibili all’Ente per circa 500 milioni di euro. Sono state eseguite 47 perquisizioni, hanno collaborato uomini della Guardia di Finanza delle province di Roma, Milano, Genova, Firenze, Ferrara e Frosinone.

Ci sarebbero almeno tre operazioni immobiliari da indagare per bene, perchè hanno determinato un esborso di liquidità da parte dell’Ente pari a circa 590  milioni di euro. Il tutto sarebbe stato portato a termine tramite il Fondo Ippocrate che è partecipato dall’Enpam ed è gestito dalla First Atlantic Real Estate.