(Finanza.com) Eni prevede nel 2012 un livello di spending per gli investimenti delle continuing operations sostanzialmente in linea rispetto al 2011 (11,91 miliardi di euro l’ammontare degli investimenti tecnici delle continuing operations e 0,36 miliardi quello di investimenti finanziari del consuntivo 2011). I principali temi del 2012 riguarderanno la prosecuzione dell’esplorazione per accertare il potenziale delle recenti scoperte (Mozambico, Norvegia, Ghana e Indonesia), le aree di crescita della produzione e le attività di ottimizzazione dei giacimenti. Altre iniziative di investimento sono previste per il completamento del progetto EST nella raffinazione, potenziamenti selettivi nella petrolchimica e interventi di upgrading della flotta Saipem. Il leverage a fine periodo è previsto in miglioramento rispetto al livello consuntivato nel 2011 assumendo lo scenario di prezzo del Brent a 117 dollari al barile e gli effetti delle dismissioni avviate.