(Finanza.com) Con un’operazione datata 3 ottobre, Intesa Sanpaolo ha ridotto la sua partecipazione in Eni al di sotto della soglia rilevante del 2 per cento. Lo si apprende dalle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti. Alla precedente rilevazione, datata 27 settembre, la quota di Intesa Sanpaolo nel gruppo di San Donato equivaleva al 3,225% del capitale (di cui il 2,105% senza diritto di voto).