(Finanza.com) Eni ha siglato con Chevron un accordo per l’acquisizione del 25% dei blocchi LB11, LB12 e LB14 situati nell’offshore della Liberia. Lo rende noto un comunicato societario. I tre blocchi, operati da Chevron, si estendono complessivamente per 9.560 chilometri quadrati e sono situati a una profondità d’acqua che varia tra 0 a 3.000 metri. La Joint Venture è composta da Chevron (45%), Eni (25%) e Oranto (30%). Con questa acquisizione Eni entra in Liberia rafforzando la propria presenza lungo l’area del Transform Margin.