(Finanza.com) Eni ha completato la cessione a Cassa Depositi e Prestiti di oltre un miliardo di azioni ordinarie Snam, pari al 30% meno un’azione del capitale votante della società. La Cdp pagherà un corrispettivo di circa 3,517 miliardi di euro, di cui circa 1,759 miliardi di euro versati oggi, contestualmente al closing, e la parte restante in due tranche successive (la prima entro il 31 dicembre 2012, la seconda entro il 31 maggio 2013). La cessione è stata effettuata a seguito del verificarsi delle condizioni sospensive, tra le quali l’avvenuta concessione del nulla osta da parte dell’Antitrust. Al termine dell’operazione, Eni conseguirà un miglioramento della posizione finanziaria netta pari a circa 14,7 miliardi di euro, che deriva dal corrispettivo riconosciuto da Cdp per la partecipazione ceduta e dal rimborso dei crediti infragruppo da parte di Snam.