Tutte le attenzioni dei consumatori e in particolare degli automobilisti, sono centrate sul prezzo dei carburanti. Ormai benzina, diesel e tutti gli altri carburanti sono sottoposti a continui rincari che obbligano i gestori delle compagnie petrolifere a politiche più o meno lungimiranti di sconti per i cittadini. Non ultima l’iniziativa Eni-Agip che, alla chiusura delle pompe, applica una riduzione competitiva dei prezzi del carburante.

In cosa consiste l’offerta? Fino alla fine di settembre 2011, le 3 mila stazioni AGIP e ENI che scelgono di aderire all’iniziativa, dovranno applicare uno sconto di 10 centesimi al litro durante gli orari di chiusura e non solo. Anche sul servito si può ottenere lo stesso sconto, ma attenzione ad indovinare la colonnina che all’interno dello stesso distributore, offre il prezzo più basso.

Qualcuno ha pensato che si trattasse di un’altra promozione come la IperSelf che non aveva soddisfatto i consumatori, ma al di là dell’attenzione richiesta agli automobilisti per approfittare dello sconto, la riduzione è reale. Eppure dal 14 luglio tutti gli impianti ENI sulle strade ordinarie e sulla rete di autostrade, rischiano di scioperare. Lo hanno annunciato all’Ansa i presidenti della Fiab reclamando il fatto che nonostante lo sconto, sono costretti ad applicare prezzi comunque alti. Il titolo Eni, in borsa, si conferma stabile per tutta la giornata.