(Finanza.com) Oggi il Cda di Enel ha deliberato una nuova autorizzazione all’emissione, entro il 31 dicembre 2013, di uno o più prestiti obbligazionari per un importo complessivo massimo di 5 miliardi di euro. L’operazione si inserisce “nell’ambito della strategia di estensione della scadenza media del debito consolidato –riporta la società in una nota- e al fine di ottimizzare il profilo delle relative scadenze a medio e lungo termine”. Il Consiglio ha inoltre disposto la revoca dell’analoga deliberazione consiliare dello scorso 9 novembre 2011.