(Finanza.com) Enel sotto i riflettori a Piazza Affari, con La Repubblica che offre indicazioni positive sul colosso energetico. La lettera all’Investitore, il consueto appuntamento del lunedì nell’inserto Affari& Finanza del quotidiano nazionale, concentrata sull’intervista all’amministratore delegato Fulvio Conti conferma sostanzialmente i principali target per il 2012. L’Ebitda è atteso a 16,5 miliardi di euro, grazie al buon andamento della rete in Italia e le positive performance di altre aree come Sud America, Russia ed Europa dell’Est, a compensazione degli interventi regolatori in Italia e Spagna, oltre alle rinnovabili. L’utile netto dovrebbe attestarsi a 3,4 miliardi di euro, di cui il 40% destinato al dividendo, e i debiti netti sono previsti scendere da 44,6 a 43 miliardi. Minori dovrebbero essere gli investimenti e collocarsi sotto i 7 miliardi di euro. “Riteniamo – spiega Equita nel report odierno – che in questo momento l’unico driver rilevante a sostegno del titolo sia l’andamento dei tassi a riduzione della pressione sul debito (interessi e rifinanziamento)”. L’azione sul Ftse Mib cede l’1,29% a quota 2,906 euro.