Il trionfo di Matteo Renzi – e del Partito democratico – ha un effetto immediato sullo spread: dopo la fiammata della scorsa settimana, che ha riportato il differenziale tra Btp e Bund a quota 200, oggi si ritorna sui 157 punti base. Ciò vuol dire che i titoli di Stato rendono meno del 3%.
Un buon segnale, visto che in settimana sono in programma diverse aste di titoli pubblici… Cala, ovviamente, anche lo spread con i Bonos – dai venti di qualche giorno fa si ritorna in area 10 punti.
Il risultato del premier traina anche Piazza Affari che ha aperto la seduta con un +2,57% e ora segna un lusinghiero +2,4% (è la migliore delle borse europee) (foto by Infophoto).


LEGGI ANCHE
Elezioni europee 2014: il Pd e Renzi spazzano via tutti gli avversari
Elezioni europee 2014: il Doodle di Google
Pd vince le elezioni: Renzi ha rubato elettori a Grillo e sconfitto anche il suo partito