Conto alla rovescia in vista della scadenza del 17 dicembre per il pagamento dell’ultima rata dell’Imu. L’imposta sugli immobili pesa soprattutto sui proprietari di seconde case che sborseranno complessivamente 15 mld dei 18 mld di gettito complessivo (fonte Agenzia del Territorio). Casa.it, il portale immobiliare con oltre 700.000 annunci e oltre 4.700.000 di Utenti Unici al mese, ha svolto un sondaggio dedicato proprio ai proprietari di seconda casa chiedendo se, a causa dell’Imu, hanno modificato le loro abitudini di utilizzo dell’immobile. Il 31,8% ha dichiarato di essere intenzionato a vendere la sua seconda casa proprio a causa dell’introduzione dell’imposta, principalmente fra i possessori di un immobile nello stesso luogo di residenza. Gli altri intervistati che hanno deciso,a seguito dell’introduzione dell’IMU, di dare in affitto la loro seconda casa, si dividono fra chi ha deciso di rinunciare a godere dell’immobile per affittarlo tutto l’anno (10,2%) e chi ha deciso di affittare l’immobile per le porzioni di anno in cui non lo utilizza (6,8%). Il totale dei proprietari di seconde case che hanno deciso di cambiarne l’utilizzo è del 48,8%, a riprova di quanto l’Imu abbia impattato sulla vita degli italiani.

Calo prezzi case invoglia però ad acquistare per investimento
Fra chi non possiede una seconda casa, il 20% degli intervistati si è dichiarato intenzionato ad acquistarne una nei prossimi 12 mesi: il 43.1% lo farà a scopo di investimento, perché ritiene questo periodo – a causa della contrazione dei prezzi degli immobili degli ultimi anni – favorevole ad un investimento “nel mattone” che precede una rivalutazione dei prezzi degli immobili. Infine il 41% degli intervistati da Casa.it che hanno in previsione di acquistare una seconda casa nel prossimo anno, sono intenzionati a farlo nel loro luogo di residenza, e sono concentrati prevalentemente al sud Italia (44%), segno dell’intenzione di affittare l’immobile appena acquistato. “Le molte persone che si stanno avvicinando per la prima volta al mercato delle seconde case dimostra l’interesse che gli italiani hanno ancora nel mattone, un mercato che da sempre raccoglie la ricchezza dei privati e viene considerato un buon investimento nel lungo periodo”, ha commentato Daniele Mancini, amministratore delegato di Casa.it.