La crisi dell’Eurozona è molto grave e la soluzione non sembra affatto a portata di mano. Eppure è stato deciso di annullare il meeting tra i ministri dell’economia dei paesi dell’UE.L’Ecofin è stato annullato. Diversamente da quanto annunciato all’inizio della settimana, quando all’Italia erano state chieste risposte certe sui conti pubblici e sulle riforme interne per il rilancio dell’economia, tutto è rimandato.

La notizia arriva da una nota della presidenza polacca che ha come effetto immediato quello di stoppare l’entusiasmo che aveva animato le contrattazioni finanziarie. Così frenano le borse, dove gli investitori attendono notizie sulla soluzione della crisi del debito sovrano.

Gli analisti a questo punto indicano nell’annullamento dell’Ecofin, l’espressione di una frattura in seno all’Unione che è abbastanza preoccupante. In più la presidenza polacca sottolinea che il lavoro sul debito sovrano continuerà nella riunione di capi di stato e di governo.

Poi ci sarà un nuovo appuntamento tra i ministri delle finanze e si partirà dal documento redatto dagli altri rappresentanti. Continuano però i negoziati su altri temi caldi nell’agenda economica dell’UE. In particolare si continua a parlare della ricapitalizzazione delle banche, dell’haircut sul debito sovrano greco e sugli strumenti per attrarre capitali esteri.