Il commercio elettronico in Italia sta prendendo sempre più piede, perché acquistiamo sempre più cose attraverso gli smartphone ed i tablet. Nel 2013, gli acquisti fatti attraverso i telefonini intelligenti ha registrato un aumento del 255%. Un incremento percentuale che deriva dal confronto tra i 144 milioni di euro di transazioni compiute nel 2012 confrontati con i 510 milioni del 2013

Sono ancora pochi, visto che rappresentano “solo” il 4,5% del totale delle vendite online. Ad esse va sommato il miliardo di euro di transazioni realizzate grazie ai tablet – in questo caso l’analisi di myThings (si tratta di società attiva nelle soluzioni personalizzate di advertising per questi nuovi media).

Gli smartphone sono molto più diffusi rispetto ai tablet, ma i tablet vengono utilizzati di più per  la migliore usabilità e la maggiore semplicità nell’effettuare transazioni. Chi fa acquisti con i dispositivi mobili agisce più rapidamente nella fase decisionale, e in genere non si registrano flessioni nelle operazioni durante il week end (cosa che invece si registra per le vendite online fatte tramite desktop, che scendono del 30% nel fine settimana).

Sia sui computer che sui dispositivi mobili gli acquisti serali dominano incontrastati su quelli giornalieri (e per smartphone e tablet la tendenza è ancora più accentuata).
photo credit: Micky.! via photopin cc