I principali indici azionari statunitensi sono scesi per il quarto giorno consecutivo dopo che il presidente della BCE Draghi ha deluso le attese della vigilia non annunciando alcun forte piano di acquisto di titoli di stato dei paesi periferici dell’area Euro in crisi. Sulla scia del forte calo delle borse europee ed in attesa della pubblicazione del rapporto sul mercato del lavoro statunitense di luglio in calendario domani, lo S&P500 e il Dow Jones Industrial sono arretrati dello 0,7%, ed il Nasdaq dello 0,4 %.

Focus sul mercato del lavoro

Le richieste di sussidi di disoccupazione sono salite nell’ultima settimana da 357 mila a 365 mila, un dato sostanzialmente in linea con le attese. L’attenzione degli investitori si sposta ora sul rapporto sul mercato del lavoro di luglio che sarà pubblicato domani. Le attese di consensus sono per  una creazione di circa 100 mila posti di lavoro nel settore non agricolo, con il tasso di disoccupazione che dovrebbe restare fermo all’8,2%.

Sul fronte aziendale, Knight Capital è crollata del 62,5% dopo avere annunciato che le perdite a causa dei problemi tecnologici che hanno bloccato l’operatività di ieri hanno raggiunto i 440 milioni di Dollari, ben oltre le attese degli analisti. Bristol-Myers Squibb ha perso l’8,7% dopo avere sospeso la sperimentazione di un farmaco per contrastare l’epatite C. Abercrombie & Fitch ha lasciato sul campo il 14,7% dopo avere rivisto al ribasso le proprie stime sui profitti per l’anno in corso. Infine è da segnalare il nuovo calo del 4,2% di Facebook, che ha registrato il minimo storico a 19,8 Dollari per azione.