L’idillio tra Valentino Rossi e la Ducati è finito dopo un lungo tira e molla. In palio per il campione italiano ci sono un bel po’ di soldi ma tutta la questione non si ferma all’ingaggio. Adesso resta da capire che ne sarà degli sponsor.

Valentino Rossi, in Ducati, aveva un ingaggio milionario: 14 milioni di euro all’anno, che sono davvero tanti per un campione del mondo che da due anni fa fatica a salire sul podio. Poi la colpa di può anche dare allo sviluppo tecnico, al fatto che la Desmosedici non è una moto competitiva e quant’altro.

Rossi andrà alla Yamaha, che è la squadra del campione del mondo in carica. I giapponesi hanno investito parecchio nella costruzione della moto e i risultati si vedono. A Borgo Panigale, invece, si è temporeggiato un po’ troppo aspettando il deus ex machina dell’Audi ma le promesse, evidentemente non sono bastate.

Certamente quest’anno la Ducati non avrebbe proposto sempre 14 milioni per un contratto annuale visto che i risultati scarseggiano. Anche la Yamaha non sarà andata molto per il sottile. Sicuramente ha offerto una prospettiva chiara a Rossi, con due anni in motogp al fianco di Lorenzo e due in superbike, ma non si sbilancerà in termini economici.