La disoccupazione è una piaga che attanaglia l’Europa e in particolare l’Italia. Su questo fronte soltanto la Germania potrebbe aver trovato una soluzione visto che è il tasso è ai minimi storici da vent’anni. In Germania sono stati diffusi i dati sulla disoccupazione nel mese di gennaio. Su base mensile c’è stata una riduzione del numero dei disoccupati pari all’1,4 per cento. Su base annua il tasso di disoccupazione è sceso dello 0,9 per cento.

Dalla Germania arrivano ottimi risultati anche in merito al rapporto tra persone in cerca di lavoro e forza lavoro: l’indice è al 6,7 per cento. Questo è il dato più basso degli ultimi 20 anni.

A livello quantitativo i disoccupati, oggi, sono 2,849 milioni, 34 mila in meno rispetto alla rilevazione di dicembre. Un dato che gli analisti valutano positivamente e al di sopra delle attese.

Il tasso non destagionalizzato invece, cresciuto dello 0,7 per cento arrivando a quota 7,3 per cento. Vuol dire che il numero delle persone che sono senza impiego è pari a 3,08 milioni con un incremento pari a 302 mila unità.

Sempre in Germania un dato importante riguarda le vendite al dettaglio che sono scese dello 0,9 per cento su base annua e dell’1,4 per cento rispetto al mese precedente. Ci si aspettava in tal senso un aumento dello 0,5 per cento.