Tasso di disoccupazione stabile in Italia al 10,7 per cento. Si tratta della lettura preliminare diffusa oggi dall’Istat. Le attese erano per un aumento della disoccupazione al 10,8%. Il tasso di disoccupazione negli ultimi 12 mesi risulta in aumento di 2,3 punti percentuali nei dodici mesi. Il tasso si mantiene stabile al 10,7% da 3 mesi confermandosi ai massimi dal 2004 (inizio serie storiche mensili).
Ad agosto gli occupati sono 22.934 mila, in calo dello 0,3% rispetto a luglio (-75 mila unità). Il calo riguarda in particolare le donne. Il numero di occupati diminuisce dello 0,3% anche su base annua (-80 mila unità). Il tasso di occupazione è pari al 56,9%, in diminuzione 0,2 punti percentuali sia nel confronto congiunturale sia in quello tendenziale. Il numero dei disoccupati è invece pari a 2.744 mila, in calo dello 0,3% rispetto a luglio (-9 mila unità). Su base annua si registra una crescita pari al 30,4% (640 mila unità).

Disoccupazione giovanile al 34,5%, crescono gli inattivi

Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 593 mila e rappresentano il 9,8% della popolazione in questa fascia d’età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 34,5%, in calo di 0,5 punti percentuali rispetto a luglio. Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni aumentano dello 0,6% (92 mila unità) rispetto al mese precedente. Il tasso di inattività si attesta al 36,3%, con un aumento di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e una diminuzione di 1,3 punti percentuali su base annua.