Le ultime modifiche normative in tema di assicurazione auto, in vigore dal mese di dicembre 2012, hanno abrogato il tacito rinnovo dell’Rc Auto da parte delle compagnie assicuratrici, rendendo più semplice il cambio da un’assicurazione ad un’altra in caso di offerte più vantaggiose.

Dunque, in caso di scadenza della polizza auto, le compagnie assicurative non richiedono più la disdetta dell’assicurazione poiché, con l’abolizione del tacito rinnovo prevista dal nuovo art. 170-bis del Codice delle assicurazioni private, è sufficiente far scadere la polizza attiva perché essa venga automaticamente disdetta.

In parole povere, per cambiare assicurazione auto dopo la naturale scadenza della polizza, non è più necessario presentare disdetta alla compagnia attuale. Diversamente per rinnovare la polizza con la stessa compagnia assicurativa è necessario fornire il proprio consenso esplicito.

Nel caso in cui si decida di cambiare compagnia assicurativa, non è neanche più necessario chiedere alla propria attuale compagnia assicuratrice di inviare una copia dell’attestato di rischio cartaceo alla nuova compagnia perché dal 1° luglio 2015 tale documento è disponibile esclusivamente in formato elettronico e le imprese di assicurazione possono acquisire tutte le informazioni volte a verificare i propri dati direttamente dalla banca dati degli attestati di rischio gestita dall’ANIA e controllata dall’IVASS.

Attenzione però, nel caso in cui oltre all’Rc Auto si siano sottoscritte anche una o più coperture aggiuntive, con contratto separato dall’RCA, per queste il tacito rinnovo è ancora in vigore, dunque in caso di cambio di compagnia assicurativa sarà necessario presentare apposita disdetta scritta, di solito entro 60 giorni. Da sottolineare che è possibile sottoscrivere una polizza Rc Auto con una compagnia ed eventuali coperture aggiuntive con un’altra, l’importante è ricordarsi di pagarle alla vecchia assicurazione nel caso in cui si proceda con il cambio per quanto concerne la polizza RCA.