La Spagna sta attraversando un periodo di profonda crisi economica che deve essere risolto prima di entrare in un circolo vizioso. Il problema è essenzialmente che non ci sono più soldi nelle casse dello stato, a detta del ministro delle finanze iberico. 

In un discorso molto sincero, il ministro spagnolo del bilancio Cristobal Montoro, ha spiegato al Parlamento che la Spagna non ha più da parte degli euro utili ad affrontare la crisi. Una notizia che ha gettato nello sconforto gli spagnoli e gli investitori che hanno disertato l’asta dei titoli iberici.

Proviamo a riepilogare di seguito qualche stralcio del discorso di Montoro, attraverso dei virgolettati riportati da agenzie e giornali nel nostro paese:

La Spagna non ha più un soldo in cassa per pagare i servizi pubblici e se la BCE non avesse comprato i titoli di Stato, il Paese sarebbe fallito.

Qualche parola sul rischio reale di default della Spagna e poi un accenno alla questione delle tredicesime.

I dipendenti statali sanno meglio di chiunque altro che non ci sono soldi nelle casse dello Stato e che i loro salari dipendono dalle tasse.

Quindi un riferimento alla condizione degli statali, tra cui s’include anche il re, cui è stato tagliato lo stipendio:

Se non aumentano gli ingressi, corriamo il rischio di non poter pagare gli stipendi, che è quanto sta succedendo in alcune regioni e corporazioni locali.