Il prezzo dei carburanti nel nostro paese è stato per diversi mesi fuori controllo o, almeno, questa era l’interpretazione data dai consumatori. Tutto è dipeso dai rincari inseriti sul prezzo di benzina, diesel e derivati.

Il prezzo dei carburanti è aumentato troppo prima dell’estate e tante compagnie che si occupano della distribuzione dei carburanti, temendo un crollo troppo repentino dei consumi, hanno preferito organizzare una campagna di sconti. Sono stati scelti giorni e fine settimana in cui il prezzo di diesel e benzina era ridotto.

Oggi, i quotidiani economici parlano finalmente di ribassi dei carburanti. Sembra che i prezzi di benzina e diesel siano finiti sul piano inclinato. Tutto è sulle riduzioni dei prezzi decise per il fine settimana, ma anche questo lunedì s’inizia con i migliori propositi.

Nel fine settimana la Esso ha pensato di scontare diesel e benzina riducendo di un centesimo il prezzo di entrambi i carburanti. La Shell, invece, ha ribassato soltanto il prezzo del diesel. Oggi, poi, è stata la volta della Esso che ha deciso di ribassare di un centesimo soltanto il prezzo della benzina.

La stessa mossa della Esso è stata copiata dalla Tamoil.

A spingere questo movimento al ribasso, secondo gli analisti, ci sono i prezzi praticati dalle no-logo, che stanno dando man forte a pendolari e consumatori.