L’Inps ha annunciato che sono diminuite le ore di cassa integrazione autorizzate sia rispetto al mese precedente che in relazione allo stesso mese dell’anno scorso. Eppure nel primo quadrimestre i dati non sono molto diversi da quelli dell’anno scorso. Entriamo nel dettaglio. 

I dati freschi sulla Cassa Integrazione sono riferiti al mese di aprile, periodo in cui si è registrato un calo delle ore di cassa integrazione autorizzate rispetto a marzo. In termini percentuali si parla di un -13,6%. Se volessimo indicare le ore, allora dovremmo dire che si è passati dai 99,7 milioni di ore di marzo agli 86,2 milioni di ore di aprile.

Quello che l’Istituto nazionale di previdenza sociale sottolinea è che si è avuta anche una riduzione del 5,4% delle ore di CIG autorizzate rispetto al mese di aprile dello scorso anno, quando erano appunto 91,1 milioni di ore.

Se però si prendono i dati di un intero quadrimestre, il primo dell’anno, allora si scopre che il numero di ore autorizzate sono grosso modo uguali: 322,85 milioni nel 2012 e 322,93 milioni nel 2011.

Antonio Mastrapasqua, presidente dell’Inps, spiega che l’andamento del primo quadrimestre è in linea con l’anno scorso ma la flessione di aprile è soltanto ciclica, da interpretare come una flessione stagionale. Il che vuol dire che il sistema economico e produttivo italiano è ancora in una situazione critica.